Comune di Varsavia
Mappa del sito La tua guida
  • Polska wersja językowa
  • Angielska wersja językowa
  • Niemiecka wersja językowa
  • Francuska wersja językowa
  • Rosyjska wersja językowa
  • Hiszpańska wersja językowa
  • Włoska wersja językowa
Szukaj
Szukaj
Szukaj
There are countless reasons to fall in love with Warsaw

La città vecchia e le zone circostanti

Passeggiando per le viuzze della Città vecchia e del centro è possibile allontanarsi dal frastuono della grande metropoli. Scorci romantici, piazze e accoglienti caffetterie contribuiscono a rendere unica l'atmosfera della zona. Due piazze storiche, quella della Città vecchia e quella della Città nuova, nella stagione estiva, fungono da palcoscenico per numerosi eventi musicali e teatrali, nonché da "centri commerciali" a cielo aperto.


La CITTA VECCHIA

È la parte più antica e il centro storico della città, nonché un vero e proprio salotto culturale. Fu costruita nel XIII secolo ed era parte del castello fortificato dei principi. Nel corso della Seconda Guerra Mondiale fu distrutta per quasi il 90%. Grazie alle imponenti opere di ricostruzione svolte, nel 1980 il centro storico della capitale fu dichiarato Patrimonio Mondiale dell'Umanità dall'UNESCO. Oggi è il cuore pulsante della città, luogo ideale per fare passeggiate, acquisti nei tantissimi negozi presenti, oppure per fermarsi in qualche bar o ristorante.


Zamek Królewski

Castello Reale (Zamek Królewski)
pl. Zamkowy 4
www.zamek-krolewski.pl

É stata la sede dei re e delle autorita della Repubblica polacca (dal XVI secolo). Il luogo della dellberazlone della Costltuzlone del 3 Magglo (1791) - la prima ¡n Europa e la seronda del mondo.

Durante la II guerra mondiale il Castello é stato completamente distrutto - ricostrui- to in seguito con l'utilizzo dei frammenti ri- manenti. Oggi svolge la funzione di museo. Le perle della collezione del castello sono

1 quadri originali di Rembrandt e i lavori di Bernard Bellotto chiamato canaletto, del quale, le vedute di Varsavia del XVIII, sono state un aiuto inestimabile durante la ricostruzione della citta dopo la guerra.

Sul cortile del castello Reale in luglio si svolge ¡I festival "Glardlnl muslcall", che presenta concerti, opere e balletti registrati, e le Arcate di Kubicki ricostruite perfettamente, adiacenti ai Giardini Reali, invitano, nelle serate di agosto al ciclo degli eventi musicali ed artistici "Arcate Reali dell'Arte".
(Foto W. Z. Panów, pzstudio.pl)

Kolumna Zygmunta


Colonna di Sigismondo III Vasa (Kolumna króla Zygmunta III Wazy)

Il monumento non religioso più alto della città, costruito nel 1644 per iniziativa del re Ladislao IV, in onore di suo padre, Sigismondo III Vasa, che trasferì la capitale da Cracovia a Varsavia. È alto 22 metri e la statua che ritrae il re, alla sommità, misura 2,75 metri. La spada impugnata nella mano destra simboleggia il coraggio del regnante, mentre la croce nella mano sinistra ne esalta la risolutezza nel combattere il male. La leggenda vuole che, se la spada cade per terra, è prossima una catastrofe per la città. Nel corso della Seconda Guerra Mondiale il monumento fu abbattuto e i resti della colonna sono ancora visibili nei pressi del Castello reale, nella parte posteriore del complesso, vicino alla strada a scorrimento veloce.
(Foto Tomasz Nowak)


Kościół św. Marcina

Chiesa di S. Martino (Kościół św. Marcina)
ul. Piwna 9/11

La chiesa è ubicata in via Piwna, la via più lunga della Città Vecchia (250 metri). Fondata nel 1356 dal Duca di Masovia Ziemowit e sua moglie Eufemia, l'edificio è stato più volte ricostruito. La struttura principale è in stile barocco (XVIII sec.). Accanto a essa sorge il monastero degli Agostiniani che, nel XVI secolo, ospitava le sedute dei consigli regionali della Masovia. Nella chiesa si svolgono regolari funzioni religiose, nonché la catechesi degli intellettuali della capitale. Negli anni '70 e '80 del XX secolo, l'edificio funse anche da luogo di incontro per i movimenti di opposizione al potere. Maggiori informazioni
(Foto Tomasz Nowak)


Katedra św. Jana
Basílica Arcicattedrale dedicata al Martirio di San Giovanni Battista      (Bazylika Archikatedralna pw. Męczeństwa św. Jana Chrzciciela)

ul. Świętojańska 8
www.katedra.mkw.pl

Il tempio trecentesco, è stato luogo di matrimoni, incoronazioni e funerali reali. Nella basilica si trova la tomba del primate Stefan Wyszyński, nelle cripte sotterranee le tombe dei duca di Maso- via, degli arcivescovi di Varsavia e dell'ultimo re della Polonia - Stanisław August Poniatowski, del presidente della Polonia Gabriel Narutowicz e dello scrittore premiato con il Nobel Henryk Sienkiewicz. Maggiori informazioni
(Foto Wanda Hansen) 


Kościół Matki Bożej Łaskawej
Santuario della Madonna delle Grazie Patrona di Varsavia (Sanktuarium Matki Bożej Łaskawej Patronki Warszawy - oo. jezuitów)

ul. Świętojańska 10
www.laskawa.pl

Costruito nel XVII secolo. Nell'altare del tempio si trova il meraviglioso quadro della Madonna delle Grazie, patrona di Varsavia. La porta d'ingresso attira la nostra attenzione, chiamata la porta degli angeli, realizzata da Igor Mitoraj, il quale ha scolpito una porta simile per la chiesa di Santa Maria degli Angeli a Roma. Davanti all'ingresso del santuario c'é un orso di pietra. Secondo la leggenda é un duca timido stregato e trasformato in un masso. Solo la donna che amera sinceramente il giovane duca incantato potra scogliere l'incantesimo. Maggiori informazioni
(Foto Tomasz Nowak)



The site uses cookies. Further information are available on Privacy police page.